lunedì 28 marzo 2016

SEMINARIO YOGA BIMBI MAGGIO 2016

A PARMA il  14 /15 maggio 2016

SEMINARIO DI FORMAZIONE YOGA BIMBI


 CENTRO YOGA APNU
Via Martiri di Cassio 5
 Saranno due giorni molto intensi dove parleremo, faremo, vedremo e condivideremo esperienze e nuove idee.


 Durante il seminario vi sarà la presentazione del  testo
" Mudra , lo yoga nelle mani dei bambini"
Una carrellata sul mondo misterioso e affascinante della gestualità yogica ( mudra) proposto ai bimbi per dar loro uno strumento sofisticato di comprensione ed espressione dei sentimenti.


 Nel seminario ci sarà una sessione speciale dedicata all'insegnamento dei Mudra con canti, danze e coreografie 


CONSIGLIO DI ISCRIVERSI AL PIU' PRESTO PERCHE' I POSTI SONO LIMITATI

per info

didiap@gmail.com



domenica 5 maggio 2013

Dormire con la musica (a basso volume) aumenta la memoria

Di Antonella Cremonese
 02/05/2013 15:40 CEST

 Non certo i ritmi scatenati del coreano Psy, ma una dolce musica a basso volume, diffusa durante le fasi di sonno profondo, è in grado di migliorare la memoria. Un’équipe tedesca dell’Università di Tubingen ha mostrato che un’esposizione sonora di debole potenza, e sincronizzata al ritmo delle oscillazione cerebrali, aumenta le capacità del cervello e accresce la memoria. I ricercatori hanno tratto le loro osservazioni dai test ai quali sono stati sottoposti undici soggetti per parecchie notti. Durante la notte, ad alcuni di essi veniva dispensata la musica, ad altri invece venivano dati diversi tipi di stimoli.

 LE ONDE LENTE - Quando i volontari erano esposti alle stimolazioni sonore sincronizzate con le oscillazioni lente del cervello (rilevabili con la strumentazione) essi poi, al mattino dopo, rivelavano una maggiore capacità di ricordare le associazioni di parole che avevano imparato la sera, prima di dormire. Invece si sono rivelati nulli gli stimoli sonori somministrati al di fuori delle fasi di sonno profondo. Il dottor Jan Born, che ha guidato l’équipe di ricercatori, ha sottolineato l’importanza di rendere sincroni gli stimoli sonori con le onde cerebrali lente che caratterizzano il sonno profondo: «Appena si presentava un’oscillazione lenta, noi inviavamo lo stimolo sonoro, e abbiamo visto che la musica rinforzava e prolungava l’oscillazione, sia in ampiezza che in durata.»

 UNO STUDIO ITALIANO - Le osservazioni dei ricercatori dell’Università di Tubingen vanno concettualmente a collegarsi con un importante studio dell’Istituto Italiano di Tecnologia di Genova (pubblicato su Nature Neuroscience) che ha consentito di identificare i neuroni che sottendono alla regolazione delle onde lente, onde che sono da ritenere fondamentali sia per il buon funzionamento dei neuroni sia per il consolidamento della memoria. Il ruolo di «assist» svolto dalla musica nel potenziare le onde lente merita ulteriori approfondimenti, e secondo Jan Born « potrebbe essere utilizzata per amplificare anche altri ritmi cerebrali dotati di un significato funzionale riconosciuto, come quelli che controllano l’attenzione da svegli.»

approfondimento: http://goo.gl/IlHzg

domenica 13 gennaio 2013

INSEGNAMENTI DI YOGA PER BAMBINI

AL CENTRO YOGA APNU, IN VIA MARTIRI DI CASSIO 5 A PARMA

IL 7 FEBBRAIO 2013  " CONFERENZA"
E IL 16/17 FEBBRAIO 2013  " SEMINARIO"
 SULLO YOGA PER BAMBINI.
 E' NECESSARIA LA PRENOTAZIONE   didiap@gmail.com



domenica 13 maggio 2012

PREVENZIONE, LETTERA APERTA AI PEDIATRI ITALIANI




In occasione del 68° Congresso Nazionale della Società Italiana di Pediatria tenutosi a Roma dal 9 all’11 Maggio, l’ Associazione Minerva p.e.l.ti (associazione di genitori di bambini oncolocigi), ha rivolto ai Pediatri italiani una lettera aperta scaricabile da http://www.minervapelti.it/
La lettera è un accorato appello affinchè l’attenzione in tema di salute – soprattutto nel caso delle patologie oncologiche – venga rivolta non solo alle ricerca di terapie efficaci, ma alla individuazione e rimozione delle cause che sono all’origine di queste, come di altre, malattie.
Se nel singolo caso può essere difficile, se non impossibile, risalire alle cause, è altrettanto vero che fattori di rischio sono sempre più presenti nell’ambiente nel quale viviamo e nel quale vengono concepiti, nascono e crescono i nostri bambini.
Ci si riferisce a diossine, Pcb (policlorobifenili), metalli pesanti, pesticidi, particolato, conservanti, additivi, coloranti ed altri numerosissimi composti chimici che provengono da insediamenti industriali, inceneritori, ma anche da prodotti e strumenti di uso quotidiano, spesso insospettabili.
Per non parlare del crescente inquinamento elettromagnetico che pervasivamente ed invisibilmente si diffonde attraverso gli oggetti simbolo del nostro “progresso” (telefonini, cordless, reti wifi, ecc.).
Pertanto, se vogliamo proteggere l’infanzia ( ma anche noi stessi), dobbiamo allargare i nostri orizzonti ed attuare finalmente la Prevenzione Primaria.
La Prevenzione Primaria, come scriveva Lorenzo Tomatis, vuole agire “sulle cause delle malattie, prima che queste si manifestino, riducendo l’esposizione delle popolazioni agli agenti tossici e cancerogeni…Essa tutela la salute e protegge il ricco come il povero, ma non porta onori, fama o denari ed è purtroppo negletta ai governi ed alle istituzioni”.
I genitori di Minerva p.el.t.i. chiedono che i medici, senza ulteriori indugi, si facciano veicolo di informazioni, conoscenze, consigli circa quello che già si sa o si sospetta in tema di rischi ambientali, avendo come cardini ispiratori i principi di Prevenzione e Precauzione.
Del resto l’art.5 del Codice Deontologico medico afferma: “Il medico è tenuto a considerare l’ambiente nel quale l’uomo vive e lavora quale fondamentale determinante della salute dei cittadini”, se questo è vero per gli adulti, quanto più determinante sarà l’ambiente per organismi in accrescimento, ovviamente più sensibili, quali feti, neonati, bambini?
Con parole pesanti come macigni, ma con lucida preveggenza, già nel 1987 Lorenzo Tomatis scriveva: “la deliberata spietatezza con la quale la popolazione operaia è stata usata per aumentare la produzione di beni di consumo e dei profitti che ne derivano si è ora estesa su tutta la popolazione del pianeta, coinvolgendone la componente più fragile che sono i bambini, sia con l’ esposizione diretta alla pletora di cancerogeni, mutageni e sostanze tossiche presenti nell’ acqua, aria, suolo, cibo, sia con le conseguenze della sistematica e accanita distruzione del nostro habitat”.
Minerva era la dea della guerra, raffigurata spesso con un grande scudo, ma era anche la dea protettrice dei fanciulli: alla luce di queste parole e del mondo che ci circonda ci sembra che oggi più che mai i nostri bambini abbiano bisogno di adulti determinati, agguerriti e con scudi possenti al pari di Minerva.




sabato 25 febbraio 2012

SEMINARIO YOGA BIMBI

“ Tutti i bambini sono semi di luce che cercano negli adulti amore, ispirazione, guida e la promessa di un mondo di armonia e generosità. “

Il seminario è rivolto a insegnanti di nidi e scuole d’infanzia , genitori e praticanti Yoga e si riferisce a bambini di età prescolare.


Condotto da
Didi Ananda Paramita
Insegnante Yoga specializzata in Yoga bimbi,
autrice dei testi “Lo yoga dei bambini” e “ Bimbinyoga”




16/17 MARZO 

Presso InYoga Studio
Via A. Canova 8, Lacugnano (Pg)





Informazioni : Carla Ricci 3337364328 oppure 075 5721593
o inviare una mail a carlaricci@inyoga.it
http://www.inyoga.it/it/ashtanga_yoga/incontri/insegnamenti-di-yoga-per-bambini/


           PARMA  21/22 APRILE
        presso Centro Yoga 
         Via Giovenale 17 



Informazioni : Didi   didiap@gmail.com  - 3403709215

I POSTI SONO LIMITATI